lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeAttualitàFALSE PATENTI NAUTICHE: ARRESTI A SALERNO

FALSE PATENTI NAUTICHE: ARRESTI A SALERNO

Figura anche il nome di un sottufficiale della Guardia Costiera tra coloro che sono stati arrestati. Settanta le perquisizioni

di Melania Depasquale 

Termina con un’ordinanza cautelare a carico di quattro persone e settanta perquisizioni domiciliari su tutto il territorio nazionale, l’articolata e complessa indagine, durata circa otto mesi, eseguita dalla Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Salerno. Si parla, complessivamente, di 70 indagati. Secondo quanto ritenuto dal Giudice per le indagini preliminari, l’inchiesta ha consentito di scoprire diversi illeciti volti al rilascio di patenti nautiche, “acquistate” grazie al pagamento di somme di denaro.
 Le investigazioni, avviate a seguito di alcune anomalie riscontrate nel corso di un’ordinaria verifica interna sulle procedure di rilascio dei documenti, si sono contornate di intercettazioni telefoniche e ambientali, nonché con il pedinamento degli indagati. Arrestato il sottufficiale Alfonso Ruggiero, in servizio alla Capitaneria di porto di Salerno. Agli arresti domiciliari sono finiti: Gennaro Russo, Francesco Afeltra e Gaspare Raimo.
A seguito delle perquisizioni, sono stati sequestrati titoli abilitativi e denaro contante per un totale di più di 50.000 euro, ritenuto profitto dei reati di corruzione. Secondo l’accusa, le patenti nautiche, rilasciate su stampati autentici e registrate agli atti d’ufficio, venivano consegnate a fronte di un pagamento che per l’acquirente finale, poteva variare dai duemila ai tremila euro a seconda dell’abilitazione richiesta.
Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli popolari

Commenti recenti