mercoledì, Luglio 6, 2022
HomeAttualitàSORRENTO: TORNANO I TURISTI E RIPARTE L’ECONOMIA

SORRENTO: TORNANO I TURISTI E RIPARTE L’ECONOMIA

Alberghi tutti prenotati e strade piene nella cittadina della Penisola. Giardini e terrazze si immergono nell’autenticità del limoncello

di Melania Depasquale

Le famiglie di turisti accettano volentieri di posare con un ritratto vintage in mano appena acquistato, si affacciano subito dopo dalla balconata e restano incantati dalla vista del mare blu, del Vesuvio, e delle bellezze senza tempo che solo Sorrento può offrire. Punto di riferimento della Penisola Sorrentina e della Costiera che poi diventa Amalfitana, nella cittadina a picco sul mare, sembra proprio che i tempi belli siano tornati. Tanto è vero che, stando ai primi dati raccolti, la presenza di turisti prevenienti da tutto il mondo, e di conseguenza l’economia del posto, sono in netto aumento. Non è difficile comprendere il perché tale rinascita economica abbia coinvolto Sorrento, il paese infatti possiede un fascino senza tempo. Sembra un’eterna cartolina arricchita di mille colori e incanto. Viene da pensare, al floridissimo giardino dell’Hotel Tramontano, storica dimora per villeggianti, dove Henrik Ibsen soggiornò a lungo portando a termine il dramma “Gli Spettri”. Anche fare colazione al Bellevue Syrene, nel patio fiorito che guarda al mare, delizia tutti i sensi. Dà un’emozione unica, pensare di entrare nella suite che il Grand Hotel Excelsior Vittoria ha dedicato a Enrico Caruso, dopo che Lucio Dalla fu così stregato dal suo panorama da comporre il testo della struggente canzone, che porta il nome del tenore campano. È intrigante uscire dal flusso dei turisti, e cercare autenticità nell’intreccio dei vicoli che si ramificano dal lungo e stretto Corso Italia. Non può mancare l’assaggio di limoncello da Limonoro, al suo stesso posto dal 1905. Resta incantevole scendere a piedi verso Marina Grande, la spiaggia più vasta cara agli appassionati di cinema degli anni ’50, che qui riconosceranno molti sfondi amati nel film “Pane, amore e …” diretto da Dino Risi e interpretato da Sophia Loren. Regala sorprese, infine, anche la bottega degli storici calafati Aprea, dove il signor Cataldo, novantenne, sa ancora costruire con le sue mani barche a vela, raccontando volentieri le vicende storiche della sua famiglia.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli popolari

Commenti recenti