venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeAttualitàCOMPIE 30 ANNI LA "FIERA DEL CROCIFISSO RITROVATO" DI SALERNO

COMPIE 30 ANNI LA “FIERA DEL CROCIFISSO RITROVATO” DI SALERNO

L’evento organizzato dalla Bottega San Lazzaro riprende quest’anno raggiungendo un traguardo importante. Dal 28 aprile al 1° maggio alcuni borghi del capoluogo ritorneranno indietro di mezzo millennio

“Ripartiamo dalla storia”: questo lo slogan della XXX edizione della Fiera del Crocifisso Ritrovato, organizzata dalla Bottega San Lazzaro con il Comune di Salerno, ove è stata presentata. Quella che è ormai attestata tra le maggiori fiere medievali d’Italia è in programma da giovedì 28 aprile a domenica 1° maggio 2022, nel centro storico di Salerno.

Si comincia il 28 aprile, prima del tramonto alle 17:30 in piazza Portanova, con l’arrivo dello spettacolare corteo storico, gli artisti di strada e il “fine dicitore”, Gianluca Foresi, noto per le sue capacità di raccontare oralmente in rima, come nella migliore tradizione delle corti medievali.  Durante i quattro giorni della kermesse, nei vicoli e nelle piazze della parte antica della città si faranno rivivere la cultura, le tradizioni, i cibi, i giochi, i profumi, i colori, gli abiti e le atmosfere del mondo medievale. La manifestazione, ideata da Peppe Natella, è giunta al traguardo dei 3 decenni di vita, facendo registrare ad ogni edizione numeri da record in termini di presenze. Nel nome del suo ideatore, la Fiera continua con la direzione organizzativa della figlia Chiara e dell’intera famiglia Natella. Sarà un vero e proprio tuffo nel passato tra mercati medievali, rievocazioni storiche, attrazioni, artigianato, degustazioni, mostre, momenti di spettacolo e monumenti aperti. Diversi i siti del centro storico interessati, centinaia gli artisti di strada: per ricreare il clima medievale ci saranno menestrelli, saltimbanchi, giocolieri, trampolieri, mangiafuoco, giullari, cantastorie, artisti di strada, statue viventi.

La regia della Fiera del Crocifisso è dell’attore e regista orvietano Gianluca Foresi.

In Piazza Abate Conforti rivivrà l’appuntamento centrale della vita socio-commerciale del Medioevo: il mercato con merci e mestieri di un tempo: i battimoneta, il lavoro in presa diretta dei cordari, il tornio e la lavorazione dell’argilla, il tombolo macramè, la piccola tessitura, amanuense, la distillazione dei profumi, la filatura della lana, il cestaio, la ceramica le pietre antiche. Non mancherà, naturalmente, la possibilità di gustare pietanze del tempo.

Clicca sul link qui sotto per scaricare
il programma dell’evento

scarica il programma

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli popolari

Commenti recenti