martedì, Settembre 27, 2022
HomeAttualitàTERRORE IN UCRAINA: BOMBARDAMENTI CRUDELI, COLPITO OSPEDALE PEDIATRICO

TERRORE IN UCRAINA: BOMBARDAMENTI CRUDELI, COLPITO OSPEDALE PEDIATRICO

Continuano i bombardamenti e sul campo lo scenario resta tragico. A due settimane dall'inizio dell’invasione russa, nel giorno di riapertura dei corridoi umanitari, a Kiev e in altre città dell’Ucraina sono tornate a suonare le sirene antiaeree e nella serata di mercoledì nuovi bombardamenti sono avvenuti su Zhytomyr. Il peggiore sulla città di Mariupol dove è stato colpito l’ospedale pediatrico, ancora incerto il numero di morti e feriti.

Dopo i tre round di negoziati e 14 giorni di guerra, con una drammatica escalation anche oggi, Ucraina e Russia si preparano oggi 10 marzo al primo colloquio di alto profilo dallo scoppio della crisi. Il bilancio più drammatico però emerge dalla città di Mariupol, incalzata da un attacco costante di bombardamenti russi. Il vicesindaco Sergiy Orlov ha parlato già nel pomeriggio di 1.170 persone uccise e «47 sepolte in un a fossa comune».
Un raid aereo russo avrebbe distrutto anche un ospedale con reparti maternità e pediatrici, riferisce su Facebook il capo dell’amministrazione regionale di Donestsk, Pavlo Kyrylenko. Il bilancio provvisorio registra 17 persone rimaste ferite nell’attacco, ha affermato il governatore della regione di Donetsk. Tra queste ci sono donne in travaglio: il raid, dice il governatore, ha violato il cessate il fuoco per i corridoi umanitari. Lo riporta il Guardian. In serata, però, è arrivata l’accusa di Mosca.
Secondo quanto riporta la Cnn, diverse ore prima del bombardamento contro l’ospedale, la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha accusato l’Ucraina di aver insediato posizioni di combattimento all’interno dello stesso ospedale. Durante il suo regolare briefing, riferisce Cnn online, Zakharova ha affermato che “a Mariupol, i battaglioni nazionali ucraini, dopo aver espulso il personale e i pazienti dall’ospedale, di maternità vi hanno stabilito posizioni di combattimento”. Zakharova ha inoltre affermato che ci sono “numerosi video che confutano i falsi ucraini, confermando che i crimini di Kiev contro i suoi cittadini sono abbondantemente di dominio pubblico”.
Video girati nell’ospedale dopo l’attacco mostrano chiaramente che nella struttura c’erano pazienti e personale, comprese donne in gravidanza. Il presidente ucraino Zelensky ha pubblicato un video dell’incursione su Twitter: «Persone sotto le macerie. Bambini sotto le macerie. Questa è atrocità! I danni subiti dall’ospedale sarebbero «colossali», riportano le agenzie. Ulteriori raid sono in corso su Kharkiv, seconda città dell’est vicino al confine con la Russia, da giorni sotto l’assedio russo.

Melania Depasquale

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli popolari

Commenti recenti